mercoledì 23 novembre 2011

Parigi val bene una messa




La frase Parigi val bene una messa fu pronunciata da Enrico IV figlio di Antonio di Borbone e della regina Giovanna di Navarra.
Erico IV eredita nel 1572 la corona di Navarra diventando Enrico III di Navarra.
Divenne in seguito nel 1589 Re di Francia, essendo così il primo monarca del ramo Borbone a prendere il trono di Francia. A questo punto però divenne necessario per Enrico IV, che era ugonotto, convertirsi al cattolicesimo A questo sovrano è stata attribuita la frase, che sarebbe stata pronunciata al momento in cui, offertogli il trono come successore legittimo, gli fu fatto notare che l'essere cattolico era una condizione sine qua non per diventare re di Francia.
La frase è rimasta come modo di dire popolare per indicare un sacrificio “morale” che si deve compiere per arrivare ad uno scopo prefissato; Dire " Parigi val bene una messa" significa dunque che il sacrificio da fare per ottenere quello che desideriamo è un sacrificio possibile anche se moralmente disdicevole (ovvero abiurare una religione per impadronirsi del trono) ma vale la pena di farlo vista l’importanza personale dello scopo prefisso; diciamo che ogni remora morale cade a fronte di una convenienza personale di una certa consistenza.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento